Scantinando

PICCOLO TRA I GRANDI

Quando si parla di Moscato di Scanzo, non si può pensare che a lui, Manuele Biava, che lo Scanzo l’ha fatto conoscere addirittura oltre oceano. Classe 1970, decide appena maggiorenne di prendere in mano le redini dell’azienda del nonno e di riportare agli antichi splendori il principe degli autoctoni bergamaschi. Si definisce un piccolo produttore, ma oramai nel panorama enologico italiano è un piccolo tra i grandi, a riprova di ciò l’ennesimo premio al suo Moscato di Scanzo dalla guida AIS Vitae (e noi non ci siamo fatti mancare la…

0 comments

La Valcalepio che non ti aspetti: Eligio Magri

A quanti di voi è capitato di snobbare i vini del proprio territorio, preferendo zone più famose e blasonate? Purtroppo, cari lettori, devo aggiungere il mio nome alla lista; anche io sono caduto in questa brutta abitudine nei confronti della mia autoctona Valcalepio. Ma andiamo per gradi: la Valcalepio è una zona collinare situata nella parte orientale della provincia di Bergamo e a sud del lago d’Iseo con un area vitata di circa 400 ettari. In linea generale è possibile affermare che nell’area collinare a nord-ovest della città di Bergamo…

1 comment

Friuli-Isonzo: le vigne della via romana

Data l’imminente degustazione che dovrò condurre al ristorante Liberty Gerri, decido di sfruttare il ponte del 2 giugno per visitare una delle quattro cantine in degustazione, in modo da acquisire maggiori informazioni da condividere con i miei commensali. Armato di valigia in compagnia di Elisabetta, la persona che mi supporta in questi viaggi di piacere, parto per il Friuli con destinazione Mariano del Friuli, cantina Vie di Romans. L’appuntamento in cantina è fissato alle dieci, ma per godere a pieno della visita, decidiamo di pernottare in zona in modo da…

1 comment

Valtellina: fra viticoltura e pazzia

Viaggio in Valtellina, dove la “pazzia” dell’uomo si trasforma in viticoltura eroica. Aspetti positivi e negativi di una delle zone vitivinicole più famose e caratteristiche del nord Italia.

0 comments

Langhe: l’inizio di un amore

Ricordo ancora quel giorno come se fosse ieri, era un caldo giorno di luglio, il 25 per la precisione, quando decisi di organizzare la mia prima eno-visita. Subito pensai a quale zona visitare, Franciacorta? Toscana? Trentino? Collio? Piemonte? Dopo un lunga meditazione e un continuo cambio di idee, decisi di scegliere le Langhe. Questo territorio è intriso nella storia dell’enologia italiana, sinonimo di un vitigno “principe”, il nebbiolo, e incluso dall’UNESCO nella lista dei beni del patrimonio dell’umanità nel Giugno 2014. Mai una mia scelta fu così giusta, fu amore…

0 comments